Navigation

Carved Iron Doorknocker, Spain, 16th century

Carved Iron Doorknocker, Spain, 16th century


DOORKNOCKER
Wrought, carved and engraved iron
Spain, 16th century
Cm 23 x 11 x 4,5

SOLD, OR NO LONGER AVAILABLE

This lovely wrought iron sculpture belongs to the category of animal-shaped knockers, which, from the medieval period onwards, were attached to the doors of noble residences for their apotropaic properties: the guardian beast of the house would deter evildoers from entering.
The example here examined is part of the family of four-legged animals – made throughout the Iberian Peninsula and well-documented particularly in the Spanish tradition from the 13th to the 18th centuries – which could come in the form of a lion, dog or dragon.
The doorknocker looks like a feline in a squatting position: the body sculpted and engraved in the round, finely worked to simulate a fur effect for the mane, a curled tail with twisted–shaped finial, a stretched-out head with a toothed open mouth and genitals in view.
Its function is visible in the joint placed between the rear legs and in the octogonal knocking element located between the forelimbs.

References: AA. VV., Ferro Civile, exhibition catalogue, Galleria Lorenzelli, Bergamo 1991, n°8; AA. VV., L’art del ferro. Rusiñol i el col-leccionisme del sue temps. Santiago Rusiñol, VEGAP, Sitges (Barcelona) 2007; AA.VV., DOORKNOCKERS-PICCHIOTTI DA PORTA, A collection of iron sculptures, Cesati e Cesati, Milan 2009, n° 12 e 29.

Contact us for more info >



PICCHIOTTO DA PORTA
Ferro forgiato, scolpito ed inciso
Spagna, XVI secolo
cm 23 x 11 x 4,5

OPERA NON PIÙ DISPONIBILE

Questa bella scultura in ferro forgiato appartiene alla categoria dei picchiotti da porta zoomorfi collocati, a partire dall’età medievale, sui portoni delle abitazioni nobiliari con funzione apotropaica: l’animale custode della casa doveva scoraggiare i malintenzionati ad entrare.
L’esemplare qui esaminato fa parte della famiglia degli animali a quattro zampe, che potevano assumere la forma di leone, cane o drago, realizzati in tutta la penisola iberica e ben documentati soprattutto nella tradizione spagnola a partire dal XIII sino al XVIII secolo.
Il picchiotto presenta le caratteristiche di un felino in posizione accucciata: il corpo scolpito ed inciso a tutto tondo, finemente lavorato nella zona della criniera a simulare l’effetto del pelo, la coda ricurva terminante con un elemento tortile, la testa protesa con bocca aperta dentata e genitali in vista. La sua funzionalità è individuabile nello snodo posto tra le zampe posteriori e nell’elemento battente a dado ottagonale situato tra quelle anteriori.

Riferimenti: AA. VV., Ferro Civile, catalogo della mostra, Galleria Lorenzelli, Bergamo 1991, n°8; AA. VV., L’art del ferro. Rusiñol i el col-leccionisme del sue temps. Santiago Rusiñol, VEGAP, Sitges (Barcelona) 2007; AA.VV., DOORKNOCKERS-PICCHIOTTI DA PORTA, Una collezione di sculture in ferro, Cesati e Cesati, Milano 2009, n° 12 e 29.

Per maggiori informazioni >