Navigation

test agnus dei

FooBox not active! You have to purchase separately here, or use FooBox Free version here.
Learn more about FooBox lightbox type here

AGNUS DEI
Ferro forgiato e sbalzato con tracce di doratura
Nord Europa
Fine XVI – inizi XVII secolo
Cm 43 x 12 x 33h

Secondo quanto riportato dal Vangelo di Giovanni (“ Ecco l’agnello di Dio che toglie i peccati dal mondo”, Giov. 1,29), questo emblema veniva impiegato per indicare Cristo e il suo sacrificio, sin dalle origini della Cristianità, e ancora oggi nella liturgia cattolica l’agnello è associato alla celebrazione di Ognissanti e alla visione di Giovanni di “una grande moltitudine di persone in fronte al trono e all’Agnello”.
La dettagliata descrizione dell’animale, come si può notare nell’analitico trattamento del pelo, realizzato attraverso la lavorazione a sbalzo di sottili lamine di ferro, e le tracce di doratura, sono tutti elementi che indicano l’importanza rappresentata da questo raffinato oggetto.
van eyck, polittico dell'agnello - Copia
Per comprendere il significato di questo simbolo nella liturgia del Nord Europa, possiamo ammirarne una rappresentazione nel famosissima, e appena restaurata, Adorazione dell’Agnello Mistico (o Polittico di Gand), dipinto da Jan van Eyck tra il 1426-1432, dove l’Agnello è posto sopra un altare con una ferita sul suo ventre, da cui sgorga del sangue in un calice dorato. Sull’altare la scritta “ECCE AGNUS DEI QUI TOLLIT PECCATA MUNDI”, ne chiarisce il significato.

Per maggiori informazioni >

Cookies Policy