Navigation
Una Kunstkammer a Milano

Una Kunstkammer a Milano

Lo sbalorditivo progetto del regista americano Wes Anderson e dell’artista Juman Malouf, sua moglie, porta a Milano 538 oggetti, selezionati fra i quattro milioni di opere conservate nei 12 dipartimenti del Kunsthistorisches Museum e i 20 milioni di pezzi delle 11 collezioni del Naturhistorisches Museum di Vienna. La mostra costituisce il più grande prestito museale della storia e ricostruisce una Kunstkammer immaginaria, con una collezione nella collezione frutto della scelta personale del duo.

Le opere sono allestite in un’elegantissima scenografia progettata con l’architetto Itai Margula costituita da piccole stanze tematiche, che presentano anche molti pezzi mai visti finora perché conservati nei depositi. Accantonati i criteri accademici, le opere sono accostate per forma, per colore, o secondo collegamenti che il visitatore è chiamato a scoprire a Milano – dopo una prima versione ridotta del progetto presentata a Vienna.

Una curiosa selezione di oggetti che naviga fra sei secoli di illustre collezionismo e cinquemila anni di storia: un vero e proprio viaggio estetico creato da due autentici alchimisti dell’immagine.

Il viaggio include diversi capolavori: un busto di giovinetto di Desiderio da Settignano, il ritratto del luterano Johann Friedrich, sconfitto da Carlo V, dipinto da Tiziano, una scultura di Riemenschneider, il ritratto di Isabella d’Este dipinto da Rubens, la custodia della corona e dello scettro di Rodolfo II di Praga, una splendida serratura incisa all’acquaforte, una serie di raffinati busti all’antica in miniatura realizzati in pietre dure, la Fenice in avorio del Maestro delle Furie; ci sono numerose curiosità  come un falso-vero smeraldo montato alla fine del 1500, un automa e l’oggetto che dà il titolo alla mostra: un piccolo sarcofago egizio che un tempo conteneva la mummia di un toporagno, animale indicato nei ricettari egizi fra gli ingredienti utili a preparare pozioni d’amore -e per l’occasione la celebre pasticceria Marchesi ha preparato un curioso dolce in edizione limitata!

“Il Sarcofago di Spitzmaus e altri tesori”, alla Fondazione Prada – Milano, dal 20 settembre 2019 al 13 gennaio 2020.

Cookies Policy